Browsing "Politica"
Nov 29, 2017 - Costume, Politica    Commenti disabilitati su Fare meno figli e cervelli in fuga, la crisi non c’entra

Fare meno figli e cervelli in fuga, la crisi non c’entra

figliNon è vero che non si fanno figli per colpa della crisi economica. E non è vero che i giovani fuggono dall'Italia per colpa della disoccupazione. Incredibile ma vero, le due notizie - che clamorosamente demoliscono due dogmi dell'odierno pensiero comune, politico e culturale - appaiono tra le righe del più politicamente corretto dei quotidiani borghesi: il Corriere della Sera. E, devo dire, la scoperta mi ha messo incredibilmente di buon umore, cosa che raramente capita nella lettura mattutina dei giornali.

La prima buona notizia è nell'intervista a Patrizia Farina, demografa dell'Università Bicocca di Milano. Intervistata da Alessandra Arachi, commenta i dati diffusi ieri dall'Istat, che parlano di un calo di 100mila nascite  in otto anni.

<L'Istat>, nota Farina, <ci fa vedere che la riduzione del numero dei primi figli è responsabile al 57 per cento del calo complessivo della fecondità>. Quindi? Continua la demografa: <E' un numero che abbatte in maniera evidente l'idea che non si fanno figli per problemi economici...

[Continua a leggere...]

Nov 26, 2017 - Politica    Commenti disabilitati su Amazon, la crescita infelice.

Amazon, la crescita infelice.

amazon1Amazon assume. E' un colosso multinazionale che rappresenta l'uscita dalla crisi. E che uscita. Cresce a livello esponenziale. Moltiplica, giorno dopo giorno, vendite in tutto il mondo. Sbaraglia negozi, centri commerciali, persino outlet. In pochi mesi sta rivoluzionando la geografia del commercio, spazzando vecchi mestieri e inventandone di nuovi. Dimostra che il cambiamento può demolire vecchi mestieri, ma anche crearne di nuovi. Eppure gli operai di Amazon,  nei giorni scorsi, hanno scioperato. Nel black friday, il nuovo giorno immolato ai super sconti, quello che - altra novità - ha surclassato il primo giorno dei saldi. Roba vecchia. Hanno scioperato nel giorno più importante dell'e-commerce. Come se i negozi che vendono alberi di Natale scioperassero alla vigilia di Natale. Hanno scioperato perché molti di loro lavorano in condizioni disumane. Pause ridicole per mangiare, tempo razionato per il bagno, macinare 20 chilometri lungo lo stabilimento per sistemare i pacchi. Capi che fanno pressioni indebite, piccole violenze psicologiche, malattie da lavoro, uso abnorme di psicofarmaci...

[Continua a leggere...]

Ott 19, 2017 - Politica    Commenti disabilitati su Bankitalia, le domande sono lecite. E se la fanno anche dentro

Bankitalia, le domande sono lecite. E se la fanno anche dentro

bancaDopo la mozione del Pd contro il governatore della Banca d'Italia, tutti i riflettori sono sulla politica e in particolare sulle convulsioni interne dei Dem. Matteo Renzi, in versione sterminator (dress code elettorale), contro Paolo Gentiloni. Il Pd contro il Pd. Veltroni e Napolitano contro Renzi. Mattarella irritato. Gentiloni contro Boschi. Gentiloni che riconferma Boschi. Renzi che rilancia contro il governo: sapeva. Stranamente, in pochi si occupano di quello che sta avvenendo in un altro palazzo. Quello che si trova a via Nazionale. Ma lì è tutto tranquillo? A quanto ci è dato sapere, no. Il più agitato, per usare un eufemismo, non è tanto Ignazio Visco, il governatore che tutti, da destra a sinistra, sembrano difendere, nemmeno fosse il Pontefice. Chi è su di giri, pare, è Carmelo Barbagallo, attuale capo del dipartimento della vigilanza bancaria e nome in cima alla lista delle persone che dovranno essere ascoltate dalla commissione di inchiesta sulle banche. In questi mesi ha messo al lavoro i suoi per preparare una corposa difesa alle possibile accuse di omissione di vigilanza che gli saranno mosse dalla commissione rispetto quanto accaduto in questi anni nel sistema bancario...

[Continua a leggere...]

Ott 11, 2017 - Politica    Commenti disabilitati su Lo famo strano, quel matrimonio tra sinistra e grillini

Lo famo strano, quel matrimonio tra sinistra e grillini

imageQuello che lo streaming fallì, il Rosatellum bis sta, invece, realizzando. Quasi al di là delle intenzioni dei singoli. Perché tra le tante conseguenze della prova di forza decisa dal Pd, accettata obtorto collo dal premier Paolo Gentiloni e benedetta dal Quirinale, le tre fiducie sulla legge elettorale, c’è anche questo: l’inedito asse tra Mdp e M5S, tra scissionisti e grillini. E’ nata l’opposizione sinistra-cinquestelle. Oggi sono stati gli unici a scendere in piazza: prima i Pentastellati, alle 13, davanti a Montecitorio, poi gli scissionisti del Pd, ore 17.30, al Pantheon, insieme a Sinistra Italiana e a Possibile di Pippo Civati. Non è un caso lo sfasamento di orario e la scelte delle due piazze. Si sono parlati proprio per evitare contrapposizioni, per non pestarsi i piedi. Contatti solo organizzativi, minimizzano tra i bersaniani. Voi lì, noi qui. Ma è un segno di un dialogo che, seppure all’inizio, potrebbe continuare. La sintonia si è vista anche in Aula. E si rivedrà domani. Uniti nel gridare alla vergogna contro il governo, uniti nel considerare la scelta dell’esecutivo un <atto eversivo> (Di Battista), un pericolo per la democrazia (Bersani)...

[Continua a leggere...]

Pagine:1234567...44»