Dic 10, 2017 - Costume    Commenti disabilitati su Fino al principio di tutto

Fino al principio di tutto

ondeOggi due , Barry Barish e Kip Thorne, ricevono il premio per la fisica per le loro ricerche sulle . In una lunga intervista sul Corriere della Sera spiegano come sono arrivati a cogliere questi segnali impercettibili che ci raccontano la storia del cosmo, fino a miliardi di miliardi di anni fa. Un lavoro iniziato negli Sessanta, quasi sessant’anni.

Leggendo pensavo a questi due scienziati che, insieme a decine di altri, hanno dedicato una vita di lavoro a studiare le onde gravitazionali. Cioè le vibrazioni che si producono nel cosmo quando succede un evento. Sono come le rughe, spiegano con una bellissima metafora, che si formano su un lago, espandendosi, quando si immerge un  dito nell’acqua.

Sessant’anni per cogliere un “rumore” bassissimo che ci dica qualcosa sull’inizio di tutto. E forse, dice uno dei due scienziati, nei prossimi anni si potranno costruire strumenti ancora più sensibili che riusciranno a risalire ancora più indietro. Fino al . A quando il cosmo è cominciato.

Perché ci interessa tanto risalire a un passato così infinitamente lontano? Al punto da dedicare migliaia di giorni, miliardi in ricerca, studi, laboratori?

Siamo proiettati nel futuro, eppure sentiamo un’irresistibile attrazione a sapere l’inizio. Di noi e di tutto. I bambini abbandonati alla nascita vogliono conoscere i genitori biologici (c’è una legge in Parlamento che sta per essere approvato che riconosce proprio questo diritto).  Quelli che i genitori ce li hanno, come mio figlio, chiedono loro di raccontare di quando erano appena nati, di come era quando avevano <zero anni>. E dov’erano prima di nascere.

 C’è un bisogno insopprimibile di sapere l’origine. Di sé e di tutto.

Ed è un bisogno tipico dell’essere umano. Nessun essere vivente ce l’ha. Se non l’uomo.

I bambini lo conservano con limpidezza, nelle loro domande sulla o sull’inizio. Sulla vita e sulla morte. Poi, crescendo, si perde questa urgenza. Come fossero domande non impellenti. Invece sono urgenti. Le più urgenti.

 

 

Comments are closed.