Tagged with " berlusconi"
Gen 20, 2014 - Politica    1 Comment

La sfida di Renzi: conquistare gli elettori di Silvio

Ci sono due aspetti che mi colpiscono nella vicenda dell'accordo tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi. Il primo riguarda il sindaco-segretario. Chi in questi giorni lo ha accusato di aver <rilegittimato> Berlusconi, di averlo <rimesso al centro della scena>, non ha capito quello che Renzi sta facendo. Non per esagerazione ma per sottovalutazione. Renzi  - e di fronte alla direzione lo ha spiegato bene - non è interessato a <legittimare> o <rilegittimare> Berlusconi, il quale - come ha giustamente notato - si legittima da sé con i voti che prende da venti anni. Ma è vero che la mossa di Renzi è (anche) strategica. Nel senso che non solo dialoga con Berlusconi per portare a casa il risultato, perché il capo di Fi è lui e i gruppi parlamentari li controlla lui (e questa è tattica). Ma lo fa perché gli interessa legittimare gli elettori di Berlusconi...

[Continua a leggere...]

Lug 30, 2013 - Politica    Commenti disabilitati su Quell’Italia che non guarda alla Cassazione

Quell’Italia che non guarda alla Cassazione

Certe volte, per esempio in giorni come questi, è istruttivo non essere al centro della notizia. Cioè, oggi, davanti al Palazzo della Cassazione. Dove si attende la sentenza delle sentenze, quella che deciderà se Silvio Berlusconi, in caso di condanna, sarà interdetto dai pubblici uffici, estromesso quindi dalle istituzioni, con inevitabili ricadute sul governo e sulla maggioranza. E' istruttivo perché da lontano vedi la notizia come la vede la maggior parte degli italiani. Come la vede il tanto evanescente e spesso citato a sproposito Paese. Io, oggi, la vedo da uno stabilimento della riviera Adriatica. Tipico luogo dove ascolti i discorsi di tutti, ti immergi in varietà umane e sociali di ogni tipo. L'impressione, dopo una mattinata e un primo pomeriggio, è che non importi a nessuno. Oggi, 30 luglio, sotto la canicola, con l'afa che ha dato un po' di tregua, si parla: del Papa che "apre" ai gay, del valore della vita aumentato ovunque e per tutto, del lavoro (una ragazza con contratto a tempo determinato raccontava a un'altra che rischia di perdere il posto), di bambini difficili da gestire, di vacanze quest'anno ridotte a qualche settimana, di comparazione tra i pezzi di questa e quella pizzeria, di calcio-mercato, di vecchie hit delle estati passate, del terribile incidente in Irpinia, del traffico...

[Continua a leggere...]

Dic 14, 2012 - Politica    Commenti disabilitati su Pd verso la scissione, se Monti scende in campo

Pd verso la scissione, se Monti scende in campo

Stanno aspettando che Mario Monti sciolga la riserva. Poi, un minuto dopo, diranno addio. Al Partito democratico e alla gioiosa macchina a guida Bersani-Vendola che, per dirla con uno di loro, «ancora non ha capito la novità epocale di questi mesi». Cioè la presenza di una personalità, Monti, pronta a riunificare gli orfani di Silvio Berlusconi, i cespugli centristi e i moderati in cerca di una casa. Per assolvere il ruolo che, nella Prima Repubblica, fu della Dc. Loro, gli ex popolari, le truppe di Beppe Fioroni, invece, l’hanno capito eccome. E non intendono lasciarsi sfuggire quest’occasione che considerano storica. E che lo stesso Vaticano sponsorizza. L’ex ministro della Pubblica istruzione nei giorni scorsi ha incontrato il premier. Per ora non c’è nulla di ufficiale, solo contatti riservatissimi. Quello che Fioroni continua a ripetere pubblicamente è che, di fronte a un impegno politico di Monti, «Bersani dovrebbe fare un’alleanza con lui»...

[Continua a leggere...]

Dic 6, 2012 - Politica    Commenti disabilitati su Napolitano pronto a fare un altro governo

Napolitano pronto a fare un altro governo

La minaccia del Cavaliere, far cadere il governo e andare al voto a febbraio, rischia di essere una pistola scarica. A impedirla, infatti, potrebbe essere il Quirinale. «Se Berlusconi dovesse decidere di togliere la fiducia al governo Monti, Napolitano potrebbe affidare il mandato all’ex presidente del Senato Marini di formare un nuovo governo che sicuramente verrebbe bocciato dalle Camere nel voto di fiducia, ma che guiderebbe il Paese alle elezioni appunto in aprile». Insomma «un governo di pochi mesi che avrebbe il compito di gestire il voto». E che toglierebbe a Berlusconi il principale argomento elettorale: Monti. L’attuale premier, infatti, sarebbe già uscito di scena.  A suggerire questa ipotesi, citando «fonti autorevoli», èla Velina Rossa, il foglio di Pasquale Laurito, depositario di gossip che circolano nei Palazzi...

[Continua a leggere...]

Pagine:123»