Tagged with " matteo renzi"
Mar 17, 2016 - Politica    Commenti disabilitati su La mossa di Renzi: abbassare le tasse in deficit

La mossa di Renzi: abbassare le tasse in deficit

renzitasseMatteo Renzi è convinto di riuscire a spuntare, in Europa, un buon margine di flessibilità. Anche per il prossimo anno. Il che vuol dire recuperare svaritati miliardi a debito. Tanto è pessimista sulla politica per l’immigrazione, e non ne ha fatto mistero intervenendo ieri alla Camera dei Deputati e poi al Senato nell’informativa sul Consiglio europeo di venerdì, tanto è ottimista, invece, sul fronte delle concessioni che la Commissione Ue dovrebbe accordarci per dare una scossa alla crescita. Non si tratta del via libera alla legge di stabilità 2015, che si dà per scontato. Il punto è il margine per l’anno prossimo. I segnali, però, sono buoni. Per questo il team economico di Palazzo Chigi è già al lavoro per immaginare nei dettagli un piano di riduzione delle tasse. Qualcosa da presentare nel Def di aprile, per poi approvarlo nella legge di stabilità di fine anno...

[Continua a leggere...]

Feb 5, 2015 - Politica    Commenti disabilitati su Perché Renzi (per ora) non rincorre Berlusconi. Storia di un calcolo e di una scommessa.

Perché Renzi (per ora) non rincorre Berlusconi. Storia di un calcolo e di una scommessa.

silvio matteoMatteo Renzi ha deciso per la linea dura l’altra notte. Prima, quindi,che la nota di Forza Italia dichiarasse finito il patto del Nazareno. Non a caso risale alle dieci di mattina il tweet con cui il premier dà fuoco ai cannoni:«Porteremo a casa le riforme. Gli italiani con referendum avranno l’ultima parola. E vedremo se sceglieranno noi o chi non vuole cambiare mai». Solo dopo arrivano le parole di Giovanni Toti. Da lì in poi si scatena l’artiglieria dei fedelissimi, con una chiamata alle armi da grandi occasioni. Ma preallertata la sera prima. Comincia Debora Serracchiani, vice-segretario del Pd: «Se il patto del Nazareno è finito, meglio così.Arrivare al 2018 senza Brunetta e Berlusconi per noi è molto meglio». Segue l’uomo-ombra di Renzi, Luca Lotti: «Contenti loro contenti tutti. Ognuno per la sua strada, è meglio per tutti...

[Continua a leggere...]

Mar 13, 2014 - Politica    2 Comments

Un mese e vedremo se è un bluff o no

La questione è molto semplice: fra un mese vedremo se Matteo Renzi è un ciarlatano oppure no. Se fa quello che ieri ha detto, ci porti pure mille slide, faccia il televenditore e continui a fare tutte le battute che vuole. Già ora, però, c'è un dato positivo, che lo rende diverso dai predecessori: non dovremmo aspettare un anno o una legislatura per verificare se bluffa o no. Se promette solo o fa. Gli obiettivi indicati hanno scadenze temporali abbastanza ravvicinate. Non chiede il tempo di una legislatura, non chiede una fiducia a scatola chiusa sulla sua persona. Dicono: ma si è limitato a utilizzare il frutto del lavoro fatto dai governi Monti e Letta. In buona parte è vero. Ma la politica non è solo trovare i soldi. E' saperli spendere. E' scegliere dove spenderli. Facendo delle rinunce...

[Continua a leggere...]

Feb 22, 2014 - Politica    Commenti disabilitati su Un governo con un nome

Un governo con un nome

Si può criticare il governo Renzi per mille ragioni. A cominciare dal modo in cui è nato. C'è, però, un fatto che segna, secondo me, un cambiamento netto con quello che abbiamo visto finora. Un cambiamento buono. Non tanto la squadra snella, giovane e  fatta per metà di donne.  Odio la retorica su questi temi. Anche se in un Paese vecchio, che cresce solo in poltrone e dove le donne che lavorano sono ancora penalizzate sono segni sacrosanti. Il grande cambiamento è che, da oggi, sappiamo a chi chiedere conto: Matteo Renzi. Il vero cambiamento è che questo è il governo di un uomo, basta chiamarlo giovane, che ci "mette la faccia", come ha detto. Che lo ha fatto, dicendo - a suo rischio e pericolo- "ora faccio io". Io. Un pronome che in questa Italia assistenzialista e lamentosa, che guarda con sospetto chi rischia e aspetta sempre che altri lo salvino, è ancora visto male...

[Continua a leggere...]

Pagine:123»