Tagged with " napolitano"
Dic 6, 2012 - Politica    Commenti disabilitati su Napolitano pronto a fare un altro governo

Napolitano pronto a fare un altro governo

La minaccia del Cavaliere, far cadere il governo e andare al voto a febbraio, rischia di essere una pistola scarica. A impedirla, infatti, potrebbe essere il Quirinale. «Se Berlusconi dovesse decidere di togliere la fiducia al governo Monti, Napolitano potrebbe affidare il mandato all’ex presidente del Senato Marini di formare un nuovo governo che sicuramente verrebbe bocciato dalle Camere nel voto di fiducia, ma che guiderebbe il Paese alle elezioni appunto in aprile». Insomma «un governo di pochi mesi che avrebbe il compito di gestire il voto». E che toglierebbe a Berlusconi il principale argomento elettorale: Monti. L’attuale premier, infatti, sarebbe già uscito di scena.  A suggerire questa ipotesi, citando «fonti autorevoli», èla Velina Rossa, il foglio di Pasquale Laurito, depositario di gossip che circolano nei Palazzi...

[Continua a leggere...]

Mag 1, 2012 - Politica    Commenti disabilitati su Perché il lavoro è necessario

Perché il lavoro è necessario

Cos'è il lavoro? Me lo chiedevo ascoltando Napolitano, Fornero e poi Camusso e tutti i leader sindacali. Lavoro viene dal latino labor, fatica. La radice è labh, che significa afferrare e in senso figurato volgere il desiderio, la volontà, l'intento l'opera a qualcosa. Per i romani labor descrive una condizione di schiavitù, non libera. Il contrario dell'otium, tempo nel quale i più fortunati, i ricchi, potevano esprimere se stessi senza costrizioni. Nella poesia, nell'arte, nella filosofia, nella musica. Con il Cristianesimo quest'idea è rivoluzionata. Non solo il lavoro non è fatica e basta. Ma è la condizione dentro la quale essere felici. Attraverso cui somigliare all’Infinito. Dio, nella Bibbia, è un lavoratore. E' uno che "opera" per sei giorni e il settimo si “riposa”. E guarda compiaciuto l’opera del suo lavoro...

[Continua a leggere...]

Dic 21, 2011 - Politica    Commenti disabilitati su Napolitano blinda il suo Monti

Napolitano blinda il suo Monti

Difende il governo Monti, la sua nascita, che non ha provocato alcuno «strappo costituzionale» e che è «una leggerezza» definire «sospensione della democrazia». Dà una strigliata ai partiti, ricordando che l'aver dato vita al governo dei tecnici dovrebbe essere un «titolo di merito», non «una ragione di imbarazzo». Avverte che la strada da percorrere è «in salita», ancora «lunga». Serve «uno sforzo collettivo». La crisi «italiana», legata a quella «europea», è tutt'altro che finita. Infine dà una strigliata alla Cgil, bacchettando «i giudizi perentori, le contrapposizioni semplicistiche». Nel tradizionale appuntamento degli auguri alle alte cariche dello Stato Giorgio Napolitano fa il punto su questo anno che ha rivoluzionato l'assetto politico. Alla sua destra il premier Mario Monti, alla sua sinistra i presidenti delle due Camere...

[Continua a leggere...]

Nov 23, 2011 - Politica    Commenti disabilitati su E Napolitano sgridò Bersani: “Ma cosa festeggiate?”

E Napolitano sgridò Bersani: “Ma cosa festeggiate?”

Giorgio Napolitano ha un rapporto, come dire, dialettico con il suo partito di provenienza, il Partito democratico. Detto papale papale: quando vuol farsi sentire, lo fa. Senza troppi complimenti. E non lesina rimbrotti ai compagni di un tempo. Che siano il segretario o i suoi vice. E’ successo così la scorsa settimana, durante le consultazioni. Il giorno dopo le dimissioni di Silvio Berlusconi si presentano al Quirinale Pier Luigi Bersani e i due capigruppo dei democratici, Anna Finocchiaro e Dario Franceschini. La sera prima il segretario del Pd aveva organizzato un brindisi per l’addio del premier al circolo di via dei Giubbonari, storica sede del Pci. Cin cin, festeggiamenti, frizzi e lazzi. Che, però, non sarebbero piaciuti granché al gran regista dell’operazione Monti. Raccontano, fonti attendibili, che il Capo dello Stato abbia accolto il terzetto dem così: <Ho visto che ieri avete festeggiato>...

[Continua a leggere...]