Tagged with " veltroni"
Apr 12, 2015 - Politica    Commenti disabilitati su La rivoluzione in un metro d’altezza

La rivoluzione in un metro d’altezza

bambini_3_001 Forse la vera rivoluzione non la fa la politica, quella a cui Walter Veltroni ha dedicato la vita. Forse per capire il mondo, e magari cambiarlo, bisogna farselo raccontare da loro. Dai bambini. Depositari di un “sapere” che poi si perde per strada. Perché è lo sguardo di chi si sorprende. Quando finisce la proiezione al Cinema Quattro Fontane, dove ha invitato una decina di giornalisti a vederlo in anteprima, Veltroni sembra emozionato. <Allora vi è piaciuto?> chiede appena tornano le luci in sala. E’ il suo secondo film, “I bambini sanno”, una produzione di Sky Cinema realizzata da Wildside, dal 23 aprile al cinema e in prima tv su Sky a settembre. Seconda prova, ma come fosse un nuovo inizio, perché dopo il ritratto politico-sentimentale di Enrico Berlinguer, protagonista del suo debutto, Veltroni riparte dai bambini...

[Continua a leggere...]

Apr 22, 2013 - Politica    Commenti disabilitati su Caro Matteo, non salvare questo Pd

Caro Matteo, non salvare questo Pd

In questi giorni si sta ripetendo una scena tragicamente già vista. Un gruppo dirigente sfiancato dagli errori, spompato, non più legittimato, che fa la fila per chiedere all'ultimo leader spendibile, Matteo Renzi, di salvare la baracca. Naturalmente a chiederglielo con più foga sono proprio  quelli che, alle primarie che videro il sindaco di Firenze contro Pier Luigi Bersani, dicevano peste e corna del "giovanotto" arrogante, del "berluschino" ambizioso.  E invece, oplà, ora Matteo Renzi è diventato IL leader. Il nuovo Messia del centrosinistra, l'unico che può salvare un partito a rischio collasso. Perciò, gli dicono, sbrigati. Se non ti affretti, sarai tu il colpevole: la casa brucerà. Il precedente, come avrete capito, è quello di Walter Veltroni. Ve le ricordate le processioni in Campidoglio per chiedere a Walter di prendere in mano il Pd? E vi ricordate come andò a finire? "Tutti uniti con Walter" si trasformò, un minuto dopo le elezioni politiche del 2008 che segnarono la sconfitta del Pd, con "Ciascuno per proprio conto", a salvare il proprio orticello di potere e di condizionamento...

[Continua a leggere...]

Set 13, 2012 - Politica    4 Comments

La rivoluzione liberal di Matteo. Cosa funziona, cosa va migliorato

Ho ascoltato il discorso di Matteo Renzi a Verona. Le mie riflessioni. 1) Intanto ha indicato  un orizzonte ideale. E non è un dettaglio. O, banalmente, una furbata comunicativa. E’ che i leader sanno che non si può vincere, né governare un Paese, tanto meno cambiarlo, senza muovere. Senza commuovere. Per farlo bisogna lanciare una sfida che c’entri con la vita di ciascuno (<non vogliamo cambiare la classe dirigente, ma il destino dei nostri figli>). Renzi l’ha capito. Come lo sanno Obama o Cameron, come lo sapevano Tony Blair o Bill Clinton. Come, in Italia, l'aveva capito Veltroni. Si può dire: “E’ solo abile marketing, tutto fumo e niente arrosto”. Io non credo. La politica è questo: legare il particolare al tutto. Se togli uno dei fattori diventa ideologia (l'anticamera del totalitarismo) o debole pragmatismo...

[Continua a leggere...]

Feb 22, 2012 - Politica    Commenti disabilitati su Quando Monti piaceva all’Ulivo

Quando Monti piaceva all’Ulivo

Giorgio Napolitano non è stato il primo a pensare a Mario Monti come presidente del Consiglio. E nemmeno Walter Veltroni che oggi, per aver suggerito non tanto di candidarlo, ma di non "lasciarlo alla destra", si è beccato la scomunica dei democratici depositari dell’ortodossia di sinistra, ormai diventata “la linea del Pd” (e già qui il paradosso dovrebbe far riflettere). Eh no. Napolitano e Veltroni non hanno inventato nulla. E non sono stati nemmeno così innovatori.  I primi a pensarci sono stati, dodici anni orsono, i padri dei giovani ortodossi, i protagonisti della più lunga stagione di governo del centrosinistra nella formula più classica. Quella che dentro aveva pure Armando Cossutta. A svelare il retroscena è stato Pierluigi Castagnetti in un divanetto di Montecitorio. Era il 2000...

[Continua a leggere...]

Pagine:12»