Nov 23, 2011 - Politica    Commenti disabilitati su E Napolitano sgridò Bersani: “Ma cosa festeggiate?”

E Napolitano sgridò Bersani: “Ma cosa festeggiate?”

Giorgio Napolitano ha un rapporto, come dire, dialettico con il suo partito di provenienza, il Partito democratico. Detto papale papale: quando vuol farsi sentire, lo fa. Senza troppi complimenti. E non lesina rimbrotti ai compagni di un tempo. Che siano il segretario o i suoi vice. E’ successo così la scorsa settimana, durante le consultazioni.

Il giorno dopo le dimissioni di Silvio Berlusconi si presentano al Quirinale Pier Luigi Bersani e i due capigruppo dei democratici, Anna Finocchiaro e Dario Franceschini. La sera prima il segretario del Pd aveva organizzato un brindisi per l’addio del premier al circolo di via dei Giubbonari, storica sede del Pci. Cin cin, festeggiamenti, frizzi e lazzi. Che, però, non sarebbero piaciuti granché al gran regista dell’operazione Monti. Raccontano, fonti attendibili, che il Capo dello Stato abbia accolto il terzetto dem così: <Ho visto che ieri avete festeggiato>. Pausa. <Non mi pare ci sia proprio niente da festeggiare>...

[Continua a leggere...]

Nov 15, 2011 - Politica    Commenti disabilitati su Il fuori fuoco di Pdl e PD

Il fuori fuoco di Pdl e PD

Cosa preoccupa? Me lo chiedo guardando le facce dei pochi deputati che si aggirano a Montecitorio. Tutti - sostenitori convinti del governo Monti, costretti, timidi o decisi avversari, - sembrano in ansia. Si aggirano spauriti, intimiditi, incerti, confusi.

Cosa, al fondo, li preoccupa? Io credo il cambiamento. Confusamente o limpidamente, ma si è capito che nulla sarà come prima. Non è solo che non c’è più B. E’ che il governo del presidente - che tra poche ore nascerà, perché la strada è segnata, capricci o rivendicazioni, impuntature o veti, si scioglieranno in fretta – cambierà il gioco degli ultimi vent’anni. Lo schema di prima – berlusconiani contro anti-berlusconiani, bianchi contro neri, squadra A contro squadra B – è finito. Cosa ci sarà al suo posto? Questo è il punto. Nessuno lo sa. E il fatto di non riuscire a rispondere a questa domanda getta tanti nel panico. Un horror vacui che dà ragione a quanti, inascoltati,  avevano provato a dirlo: attenti, perché l’identità non può essere definita da colui al quale mi contrappongo...

[Continua a leggere...]

Nov 10, 2011 - Politica    Commenti disabilitati su Il governo Monti fa il Lingotto 3

Il governo Monti fa il Lingotto 3

Vuoi vedere che il governo Monti fa quello che non era riuscito al Pd della prima ora, quello guidato da Walter Veltroni? Cioè rompere davvero a sinistra (anche con la sinistra populista e giustizialista alla Di Pietro) e trasformare il Pd in un partito riformista? La speranza, tra i lingottiani doc, è tanta. E non a caso Veltroni è il principale sponsor della soluzione Monti. La ragione è presto detta. Dopo il governo del presidente (perché questo sarà) nulla sarà come prima. Persino Nichi Vendola lo ha capito. E in un comunicat o della segreteria di Sel ha dettato la linea: sì al governo di emergenza a patto che non ci siano ministri troppo berlusconiani, che ci sia la patrimoniale (patrimoniale? ci saranno 10, 100, 1000 patrimoniali, se è per questo), che si faccia presto (altra condizione che troverà d'accordo tutti: chi vuol rimanere a lungo in un governo che dovrà farà misure lacrime e sangue?). Insomma, Nichi è dei nostri. Persino la Cgil, del resto, ha fatto un ragionevolissimo comunicato a sostegno di <un governo di emergenza, di transizione e di garanzia del Presidente della Repubblica> che ripristini <la nostra credibilità internazionale> eccetera...

[Continua a leggere...]

Nov 7, 2011 - Politica    Commenti disabilitati su Riapre il mercato, tra affari di famiglia e non solo

Riapre il mercato, tra affari di famiglia e non solo

Si è riaperto il Parlamento-mercato. Del resto,  è una legge economica. Se uno (l’Udc) comincia a comprare deputati (politicamente parlando, ovviamente), ma volete che il concorrente (Silvio Berlusconi), peraltro un esperto in materia, non faccia lo stesso (sempre politicamente parlando)? Così oggi, giornata a Montecitorio di apparente piatta, in realtà i movimenti sono stati tantissimi. E di ogni tipo. Roberto Rao, Udc, ha detto che Berlusconi ci ha provato coi tre del Pdl da poco passati all'Udc. Ma le avances non avrebbero avuto successo. La notte, però, è lunga.  E per avere certezze numeriche bisogna attendere domani.

Forse è per questo che le opposizioni, fino a ieri decise a presentare la mozione di sfiducia dopo il voto sul rendiconto, stanno cambiando idea. <Vediamo domani>, si dice nel gruppo del Pd. <Il problema è che 'sti malpancisti del Pdl non hanno le idee chiare. Alcuni dicono che voteranno il rendiconto, altri che si astengono se noi ci asteniamo, altri che voteranno contro...

[Continua a leggere...]

Pagine:«1...4445464748495051